Grafica e Web Design

by Sascha Cerini

 

I font

 

bmp/vettoriale

file bitmap

file vettoriali

risoluzione

testo

fonts


HomeSite

Home corso

1.Tecnologia

2.Il colore

3.Web design


Un font non è altro che un insieme di caratteri diversi, quali le lettere dell'alfabeto, i numeri ed altri simboli,  che abbiano la stessa dimensione e lo stesso stile.

 

Carattere: Lettera, numero, spazio, o altro simbolo o codice di controllo che viene rappresentato su un computer da una unità di informazione (1 byte).

 

Come vedremo in seguito la scelta del font corretto può avere una grande rilevanza per l'aspetto finale dei nostri documenti, andiamo quindi ad analizzare quali sono le caratteristiche base di un carattere e come questi vengono classificati.

 

Le proprietà principali dei font sono:

 

Tipo di font: individuato dal nome del carattere ne indica l'aspetto.

Corpo: è la misura dell'altezza del carattere e si misura in punti tipografici corrispondenti a 0,376 mm ossia a 1/72 di pixel..

Peso: rappresenta lo spessore delle linee che compongono il carattere stesso e viene misurato oltre che numericamente anche mediante aggettivi; chiarissimo (extra-light), chiaro (light), normale (normal), grassetto (bold), nerissimo (extra-bold).

Larghezza: è la larghezza dei caratteri ed oltre che in punti è individuata attraverso gli aggettivi che seguono; condensed, semi-condensed, normal, semi-large, large.

Stile: è l'inclinazione dell'asse verticale, esso può essere tondo, obliquo e corsivo detto anche italic.

Forma: specifica se il carattere è rappresentato in maiuscolo, minuscolo o maiuscoletto.

 

Esiste numerose classificazioni dei caratteri che permettono di suddividerli in famiglie. Queste classificazioni si basano innumerevoli criteri, di seguito vengono elencate quelle ritenute più utili e maggiormente conosciute.

 

Blackletter: stile molto complesso con molti ornamenti, di non facile leggibilità. Caratteri tipici sono il gothic e l'oldenglish. 

Decorative & display: si tratta di caratteri di varia foggia e forma, questa categoria raccoglie tutti quei font particolarmente eclettici e non assimilabili a nessuno delle altre categorie.

Ornamental: riguarda tutti quei caratteri che non hanno lettere ma simboli e possono essere per visualizzare gli oggetti più disparati.

Sans Serif: costituisce una famiglia di font senza serif che quindi si connotano per un design particolarmente pulito e leggibile sui display è particolarmente raccomandato per titoli ed enfatizzazioni.

Script: serie di caratteri che simulano una scrittura manuale, sono caratterizzati dal fatto che i caratteri sono congiunti tra di loro.

Serif o roman: caratterizzato appunto dalla presenza di grazie o serife decorative risulta comunque leggibile e tra i più utilizzati e diffusi. In particolare si presenta molto versatile ed utilizzabile per testi di notevole lunghezza.

Slab Serif o Egyptian: denota la presenza di serife che però hanno lo stesso spessore delle linee del carattere. Dal carattere forte e fortemente affermativo viene usato per scandire slogan o rafforzare asserzioni.

Transitional: dalle linee morbide, rotonde e con poco contrasto nell'altezza dei caratteri. Presenza leggere serife appena accennate, la precisione e regolarità ne favoriscono l'utilizzo.

 

Proprietà dei font

 

AA: altezza ascendente

AV: asse verticale

Am: altezza minuscola o mediana

AM: altezza maiuscola

LB: linea base

AD: altezza discendente

La grazia viene denominata anche serif


Blackletter:

Gothic leaf

 

Decorative & display:

Comic Sans Ms

 

Ornamental:

Webdings

 

Sans Serif:

Microsoft Sans Serif

 

Script:

Staccato222 BT

 

Serif o roman:

Times New Roman

 

Slab Serif o Egyptian:

Courier New

 

Transitional:

Copperplate